Sperimentazione

Fotograffia sceglie il percorso della sperimentazione, del mettersi alla prova, cercando modi nuovi per tradurre in immagini emozioni, bisogni, desideri, ricordi, concetti, percorsi, esperienze ed astrazioni.
Sperimentare diventa piu’ che mai un’esigenza per affinare la propria ricerca dove l’astratto prende forma nel reale dell’immagine.
Più l’intuizione e il pensiero si approfondiscono, più si trovano soluzioni creative visive nuove.
La tecnica viene sempre piu’elaborata, perfezionata ed accresciuta, il pensiero viene esposto alla luce in una ricerca continua e nuova di comunicazione.

Floreali teofanie

L’arte di saper parlare attraverso i fiori, di poter comunicare significati profondi, sentimenti intensi e potenti eppure inafferrabili dalla nostra mente razionale, incapace di decodificarli, non è più tanto diffusa come forse avveniva un paio di secoli fa. Eppure qualcuno, dall’animo gentile e dal cuore creativo, non solo continua a praticarla ma ne ha arricchito i contenuti. Vi sono infatti artisti, dotati di pensiero magico, che hanno saputo riportare in vita la lingua “morta” dei fiori. E non solo. Hanno fatto dell’espressione floreale la celebrazione di tempi sospesi nell’incanto, la danza della scintilla divina che brilla in ogni donna.

IMPROVISATION

“Questa sera si recita a soggetto” (Pirandello, 1929)

Come gli attori con un canovaccio, come nel teatro di Pirandello, Flavio Graffi e il suo team ci mostrano la creatività all’opera, l’improvvisazione, la trasformazione.
Un drappo di stoffa, un set, alcune forcine e un rossetto. Due ore di tempo per raccontare una storia attraverso foto, movimenti, espressioni. Un’unica linea guida: il colore rosso. Rosso come il drappo, rosso come il rossetto, rosso come il fil rouge che attraversa queste foto.
Dalla nascita dell’idea, le forme vengono piano piano disvelate.
Come Michelangelo, fotografo, hair stylist, truccatrice e costumista impiegano la loro opera per liberare la forma dalla materia. La materia prende forma gradualmente, l’improvvisazione diventa realtà, l’atto creativo diviene concretezza.
Dall’essere, in divenire, emerge una figura, una donna scultorea, dalle linee definite, dal tratto netto. Sullo sfondo nero, un’impronta rossa, come un graffio di colore sulla tela dell’artista. Questo è Fotograffia.

RACCONTO DI UNA DONNA

Storia di una donna, storia di una coscienza e delle sue lotte interiori. Dal buio alla luce. Continua ricerca attraverso cui emerge la verità della propria essenza.

IMPROVISATION

Come, as you are. (Nirvana, Nevermind, 1991)

Nel giorno delle nozze molte spose si sentono in dovere di immaginarsi romantiche, sognatrici, principesse di una fiaba.
Ogni sposa però è diversa e ha i suoi sogni, il suo modo di comunicare e di essere. Perché dunque uniformarsi e costringersi in qualcosa che non ci rappresenta? Fotograffia libera la sposa da ogni costrizione, da ogni cliché rispettandone personalità e modalità espressiva. E allora…via libera alla fantasia! Ci saranno spose rock, spose country, spose etniche, moderne, minimal, sensuali, eccentriche, tradizionaliste, spose di altri tempi e spose futuristiche.
E tu che sposa vuoi essere?
Se vuoi essere te stessa in quel giorno, vieni come sei e noi valorizzeremo la tua unicità. La nostra presenza, come canta Battiato, “per capire meglio la tua essenza”.

// ///*