Capitani coraggiosi

Capitani Coraggiosi

giovani imprenditori alla riscossa

 

Fotograffia è il nome che il poliedrico fotografo Flavio Graffi ha scelto per la sua azienda. Nomen Omen è il caso di ammetterlo, un destino racchiuso nel nome stesso dell’attività, dell’arte. Già, arte, ribelle, volubile, voluta, sognata, cercata, inseguita, conquistata, sempre amata.

La storia di Flavio Graffi è decisamente romantica. Si desta da una condizione lavorativa che non gli appartiene, molla tutto e ricomincia dal suo sogno di sempre. È il 1999 e, con il soffio magico di coloro che tanto lo amano, la nave carica di sogni di Flavio prende il largo. Il primo porto è già un attracco prestigioso: l’accademia John Kaverdash a Milano. I viaggi si moltiplicano così come le grandi avventure e prove: dai siti archeologici dei paesi dell’Est ai boschi inglesi, dalle montagne friulane alle terre infuocate degli Emirati. Così il cuore di Flavio, attraverso l’obiettivo Nikon ha esplorato i segreti del tempo nei resti delle battaglie di Csezsnec, Szigligety Vàr e dei manieri ungheresi, ha udito le voci fatate dei ruscelli della val Tramontina, i paesi fantasma, il passo della lince; il sussurro delle querce sacre ai Druidi del verde Nord; il canto del falco e il respiro del cavallo arabo dei paesi arabi. Senza dimenticare o accantonare le competenze e iniziali passioni per la fotografia subacquea e l’astrofotografia, Flavio passa dai reportages agli still life, dalle molteplici necessità di svariati studi fotografici in Italia alle richieste più esigenti di cantieri navali e committenti insoliti, sempre mostrando, con umiltà e fierezza, la versatilità e lo spirito di adattamento a ogni “desiderio”. E in questo appunto sta la sua bravura e unicità. Flavio, attraverso la fotografia, ha il potere di far avverare i desideri.

Così, affrontando ostacoli e avverse fortune, dal 2016 Flavio è partito per la seconda volta, per un’esperienza ancora più coraggiosa. Imprenditore di se stesso, apre uno studio investendo tutto: ciò che possiede e tutta la ricchezza del suo vissuto e della sua nobile persona. Perciò è in grado di offrire una gamma vastissima di prodotti, tutti però intrisi di quel suo unico e romanzesco percorso di crescita e del suo tocco d’artista vero. Solo per fare un esempio: il wedding non è il servizio fotografico del matrimonio, ma un reportage che fa intuire il prima e il dopo a chi guarda; il maternity diventa Madre Natura, la madre universale che incontra la maternità terrena; nel Fairy Tale Shooting, i bambini, con la narrazione delle fiabe millenarie, vengono accompagnati nello spazio magico della realtà dentro la realtà, in contesti ambientali appunto fiabeschi…

E questo non è che un assaggio: l’artista Flavio Graffi offre tutta una serie di prodotti legati alle aziende, con servizi unici e su misura finalizzati a cataloghi, brossure, web marketing.

A Lauzacco, sulla statale che porta a Grado, Fotograffia, offre uno spazio “totale”, una tabula rasa, in cui Flavio offre un multiverso di opzioni e opportunità: da studio specializzato in servizi fotografici e video corporate per aziende e privati l’open space cambia e si trasforma per ospitare mostre, ricevimenti, eventi, temporary show-room, workshop e corsi, un luogo adatto a tutti coloro che cercano un “approdo” in cui lavorare, invitare, collaborare, presentare, interagire e sperimentare o, per usare i neologismi che noi italiani amiamo tanto, una rental location&solution per set fotografici ed eventi.

 

Vi ho raccontato tutto questo perché ho avuto la fortuna di conoscere Flavio Graffi quando era ancora un ragazzo che non aveva nulla e nelle sue mani forti e provate da molti lavori teneva con cura e amore i suoi sogni preziosi. Non aveva nulla più dei suoi sogni, come molti, ma brillava per onestà e ottimismo. Vi ho raccontato la storia di Flavio Graffi poiché ammiro coloro che guardano le stelle anziché tenere lo sguardo fisso sugli ostacoli.

 

Queste le parole nate dalla penna e dall’estro di Luisa Chiap, pubblicate sul mensile Forte&Chiaro. 

fotograffia articolo mensile forte e chiaro

 

Potete trovare l’articolo qui.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

// ///*